Le Isole

 

L’isola del Giglio è una delle isole principali dell’Arcipelago Toscano e dista solo 20 km dalla Costa dell’Argentario. Rappresenta una delle attrazioni turistiche più importanti e famose della Toscana e negli anni ha acquistato sempre più visibilità e prestigio, grazie alla sua acqua cristallina e alle sue spiagge paradisiache.

L’Isola del Giglio si divide in tre nuclei abitativi
Giglio Porto è il punto di approdo di tutte le imbarcazioni;
Giglio Castello è il centro storico dell’isola posto sulla vetta del monte dove sorge l’antica rocca;
Giglio Campese, invece, è la zona più turistica in quanto composta prevalentemente da spiaggia e stabilimenti balneari.

L’isola del Giglio offre anche tanti luoghi da visitare, sia per la bellezza naturalistica del suo territorio che per i suoi suggestivi accessi al mare.

L’ideale per le famiglie è senza dubbio Campese, che presenta una lunga ed ampia distesa di sabbia ed un mare generalmente calmo e limpido. Mentre chi è amante dell’avventura potrà dilettarsi in lunghe camminate che partono da Giglio Porto alla scoperta delle calette nascoste di questa isola, alcune semideserte per un bagno rilassante, altre ideali per gli amanti dei tuffi e dello snorkeling. 

Mentre Giglio Castello, nella parte alta dell’Isola, è completamente circondata dalle mura medievali : qui si erge la Rocca Aldobrandesca dalla quale si gode un panorama che nelle giornate particolarmente limpide spazia dall’Argentario all’isola d’Elba fino alla Corsica.

 

 A soli 10 km dalla costa di fronte al promontorio di Piombino si trova l’Isola d’Elba, una delle meraviglie della Maremma. L’Elba assieme a Pianosa, Capraia, Gorgona, Montecristo, Giglio e Giannutri fa parte del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano.

L’isola d’Elba è la più estesa porzione rimanente dell’antico tratto di terra emersa che collegava la penisola italica alla Corsica. L’Elba presenta un territorio molto vario a seconda della sua conformazione. Si va da lunghe spiagge sabbiose fino a zone montuose che raggiungono con il Monte Capanne un’altitudine di oltre i 1000 metri.

L’Isola rappresenta una delle mete turistiche tra le più famose d’Italia, merito non solo della sue bellezze naturalistiche ma anche per la sua affascinante storia. L’Elba è famosa per essere stata il luogo d’esilio del condottiero francese Napoleone Bonaparte, ma le origini di questa terra risalgono al periodo paleolitico. Come dimostrano vari siti archeologici e ritrovamenti, l’Isola è stata un’importante sede di sviluppo della cultura etrusca grazie ai numerosi giacimenti di ferro, e poi di quella romana.

L’Isola d’Elba offre notevoli punti d’interesse sia da un punto di vista culturale e naturalistico sia per quanto riguarda le attività sportive balneari, come le escursioni, a piedi o in mountain bike, il nuoto, le immersioni subacquee e le attività da spiaggia.

Sbarcando con il traghetto in arrivo da Piombino a Portoferraio, la città principale nel centro-nord dell’isola, ci si concentra sulle ville Napoleoniche, la Palazzina dei Mulini e Villa San Martino con i loro musei.

Il giro prosegue verso ovest passando per la bella spiaggia della Biodola, i caratteristici borghi di Procchio e soprattutto Marciana Marina.

Aggirando il Monte Capanne si percorre la parte più selvaggia dell’isola caratterizzata da una costa rocciosa a picco sul mare con i piccoli paesini di Chiessi e Pomonte proprio di fronte alla Corsica.

Proseguendo verso sud est, la spiaggia della Fetovaia è una delle più belle dell’isola, una bella lingua di sabbia circondata da rocce a strapiombo sul mare.

Subito dopo si trova Cavoli, una spiaggia caratterizzata dalla straordinaria limpidezza del mare.

Marina di Campo è il luogo più frequentato dell’isola, con tanti locali, ristoranti e stabilimenti balneari meta dei più giovani.

Poco lontano sulle colline si erge Capoliveri, la località più caratteristica dell’isola. Un borgo dalle radici antiche dove tra le strette vie si scoprono boutique alla moda, deliziosi ristoranti e scorci panoramici sui golfi di Lacona e Stella.

Da qui verso sud la strada verso Punta Calamita diventa sterrata e costituisce un’attrazione per i mountain bikers.

Sul versante orientale dell’isola ecco porto azzurro, un grazioso borgo di pescatori che presenta anche luoghi di interesse culturale come il Forte San Giacomo risalente al 1600 e il Santuario della Madonna di Montserrat.

Prima di tornare a Portoferraio suggeriamo di fare un bagno nella spiaggia di Ortano, risalire verso Rio nell’Elba, circondata da boschi di pini, e scendere verso ovest sulla splendida spiaggia di Sansone

I Dintorni

SCOPRI

Verso Nord

SCOPRI

Verso Sud

SCOPRI

Verso l'interno

SCOPRI

Scopri il TERRITORIO intorno a La Cianella